Dispositivo di assistenza ventricolare

trapianto cuore dispositivo assistenza ventricolare

Il professor Holger Schlingloff, assieme ai suoi colleghi del Fraunhofer Institute for Computer Architecture and Software Technology (FIRST) di Berlino, sta lavorando con la Berlin Heart AG per sviluppare modelli per testare la funzionalità e l’efficacia dei sistemi di assistenza ventricolare.

«È possibile provare che un sistema è un completo fallimento oppure portare alla luce difetti costruttivi semplicemente facendo partire un test software. In seguito, grazie ai dati ottenuti, si può studiare e eliminare imperfezioni simulando un’ampia gamma di condizioni operative» come affermato da Rolf Hänisch project manager del Fraunhofer FIRST.

I dispositivi di assistenza ventricolare (VAD) a flusso pulsatile ed energia pneumatica vengono impiegati per il trattamento a breve e lungo termine in pazienti con gravi malattie cardiovascolari non trattabili, nell’attesa di un trapianto di cuore.

[maggiori informazioni]

Articoli correlati

Una risposta a “Dispositivo di assistenza ventricolare”

  1. Dispositivo di assistenza cardiaca - BioBlog scrive:

    […] stato dell’arte attuale i dispositivi di assistenza cardiaca soffrono di un gran numero di problemi dovuti a un insieme di fattori: l’attacco da parte del […]

Rispondi