Fumo passivo – spot

fumatori passivi sigaretteSecondhand smokers are on the worst side of the cigarette.

Il fumo passivo è il lato peggiore della sigaretta.

È questa l’idea dello spot creato dall’agenzia francese BDDP Unlimited per DNF, un’associazione impegnata nella sensibilizzazione dei fumatori sui pericoli che corrono in prima persona (come il cancro ai polmoni) e su quelli che possono causare alle persone vicine costrette a respirare il fumo.

Da un rapporto della European Respiratory Society si evince che solo nel 2002, il fumo passivo sarebbe stato responsabile della morte di circa 80.000 adulti in Europa, di cui circa 7000 sui luoghi di lavoro. Per l’Italia sono stati stimati 7180 morti complessivi per fumo passivo di cui 993 per esposizione sui luoghi di lavoro.
È questa la causa principale dei divieti di fumo vigenti nella maggior parte delle nazioni industrializzate. I rapporti di valutazione che continuano ad affluire dall’Irlanda, dalla Norvegia, dalla Nuova Zelanda, dall’Italia e da altri paesi indicano che la legislazione che ha esteso il divieto di fumo a tutti gli ambienti chiusi, ad eccezione delle aree riservate ai fumatori, migliori la salute, riduce il consumo del tabacco e ha un effetto economico neutro o positivo sul settore dell’ospitalità, mentre la lista dei paesi liberi dal fumo si va via via incrementando.

In Italia, la riduzione osservata del fumo passivo dopo l’entrata in vigore della legge antifumo avrebbe determinato già a breve termine effetti sulla salute misurabili.
Una riduzione dell’11% dei ricoveri per infarto acuto del miocardio è stato osservato in Piemonte nei sei mesi successivi all’entrata in vigore della legge nella popolazione sotto i 60 anni.

[via adsoftheworld | dati wikipedia]

Articoli correlati

Una risposta a “Fumo passivo – spot”

  1. Tania scrive:

    triste realtà, a cui come me sono sottoposte negli uffici molte altre persone, riassunta abilmente in una foto!

Rispondi