Tecnologia di derivazione spaziale in aiuto ai diabetici

orologio diabete cor

È stato presentato a Monaco il prototipo di un dispositivo, molto simile a un orologio, che contiene una innovativa e leggerissima pompa per l’insulina per le persone che soffrono di diabete di tipo 1.

All’interno del dispositivo, denominato COR, un trasduttore piezoelettrico assorbe energia dai più piccoli movimenti del polso e del braccio della persona che lo indossa e la converte in elettricità, che viene immagazzinata ed utilizzata per azionare la piccolissima pompa per l’insulina.

Il trasduttore è basato sulla tecnologia sviluppata per i dispositivi piezoelettrici usati con successo nei progetti spaziali per i micro posizionamenti di dispositivi ottici molto sensibili e per l’assorbimento delle vibrazioni spurie che potrebbero inficiare le loro misure.

“Mi è venuta l’idea della micropompa da polso per l’insulina guardando un film su una bambina di 8 anni, diabetica e osservando tutti i movimenti che doveva compiere per iniettarsi insulina con una pompa” ricorda Nicole Schmiedel, studentessa di Arte Applicata all’Università di Braunschweig, in Germania e ideatrice del dispositivo.

L’insulina contenuta nella pompa da polso garantisce un’autonomia di due-tre settimane per diabetici di tipo 1.
La tecnologia dei trasduttori piezoelettrici consente di produrre energia da piccole deformazioni della forma di cristalli, causata da variazioni di pressione su di essi.

[via medmatica]

Articoli correlati

Rispondi