Acido ialuronico

acido ialuronico tessuti ingegnerizzati pelle

L’acido ialuronico (HyA), polisaccaride non solforato ad alto peso molecolare della famiglia dei glicosaminoglicani (GAG), è uno componenti principali che compongono i tessuti connettivi dell’uomo e conferisce alla pelle proprietà di resistenza e mantenimento della forma. La sua concentrazione nei tessuti del corpo tende a diminuire con l’avanzare dell’età, causando un indebolimento della pelle con conseguente formazione di rughe e inestetismi.

In medicina l’acido ialuronico trova innumerevoli applicazioni, data le sua proprietà ed estrema biocompatibilità con l’organismo.
In chirurgia estetica l’acido ialuronico è utilizzato insieme al collagene per eliminare gli inestetismi del tempo.
In chirurgia otologica l’acido ialuronico viene utilizzato come rigenerante di membrane timpaniche forate, in chirurgia oftalmica per la produzione di lacrime artificiali e interventi sul corpo vitreo dell’occhio, in artrologia come lubrificante antiflogistico e preservante del liquido sinoviale delle articolazioni.

Nell’ingegneria tissutale l’acido ialuronico viene fatto esterificare e quindi impiegato come scaffold o matrice su cui fare aderire le cellule. Con questa tecnica viene ad esempio prodotta la cosiddetta pelle artificiale per pazienti con grandi ustioni o ferite croniche.

Articoli correlati

Una risposta a “Acido ialuronico”

  1. LaserSkin, pelle artificiale - BioBlog scrive:

    […] « Acido ialuronico […]

Rispondi