Glico-nanoparticelle magnetiche per rilevare e distruggere pericolosi batteri

glico nanoparticelle magnetiche batteri

Alcuni ricercatori in Ohio hanno sviluppato delle nanoparticelle magnetiche che promettono di identificare velocemente e quindi eliminare l’Escherichia coli, l’antrace e altri pericolosi batteri.

Studi di laboratorio hanno evidenziato come queste nanoparticelle siano in grado di rilevare in soli 5 minuti l’Escherichia coli e di rimuovere l’88% dei batteri bersaglio.
Questo sistema messo a punto da Xuefei Huang e dai suoi colleghi è stato pensato per trattare adeguatamente aree colpite da contaminazioni batteriologiche in seguito -ad esempio- ad attacchi terroristici.

Le nanoparticelle, chiamate MGNP, acronimo di magnetic glyco-nanoparticle (glico-nanoparticelle magnetiche), sono un composto a base di zucchero, la stessa sostanza presente sulla superficie di alcuni batteri per meglio attaccare le cellule ospiti e facilitare le infezioni.
Esponendo le nanoparticelle ai batteri, gli scienziati hanno di fatto marcato magneticamente i microbi che possono ora essere rimossi.

[via nanowerk]

Articoli correlati

Rispondi