Vaccino a base di nicotina per smettere di fumare

sigarette spenteUn vaccino a base di nicotina, attualmente utilizzato per smettere di fumare, potrebbe aiutare molto in futuro chi ha questo vizio.

La Nabi Biopharmaceuticals ha affermato infatti che il 16% dei volontari vaccinati con la massima dose attualmente disponibile ha interrotto negli ultimi dodici mesi il vizio, contro il 6% di coloro soggetti a placebo; per le dosi inferiori, la garanzia di riuscita non tocca più del 14% (e non ci si discosta poi molto), ma il dato viene confermato per l’equa presenza di un 6% di riuscite con placebi.
Il Dr. Stephen Rennard dell’Università di Nebraska Medical Center ha dichiarato che questi dati devono incoraggiare chi vuole “cambiare vita”: il vaccino è stato progettato per rendere il sistema immunitario in grado di produrre prodotti chimici chiamati anticorpi che fermano l’arrivo della nicotina al cervello e producono effetti piacevoli.

La teoria è: non palliativi per smettere di fumare, ma dare la possibilità al corpo di combattere in modo continuativo eventuali effetti “di ritorno”. I passi da fare sono ancora molti, ma la via scelta sembra la migliore.

Articoli correlati

Rispondi