Virus nella lotta al tumore

citomegalovirus virusI ricercatori del Duke’s Preston Robert Tisch Brain Tumor Center hanno dimostrato che un comune virus potrebbe rivelarsi fondamentale nella lotta contro i tumori al cervello.

Gli scienziati si sono detti molto ottimisti: questa importante scoperta, infatti, può rappresentare il primo vero passo nella creazione di un vaccino in grado di stimolare adeguatamente il sistema immunitario corporeo per attaccare le cellule tumorali.

Il citomegalovirus umano, abbreviato HCMV (Human cytomegalovirus), infetta mediamente dal 50 al 90% delle persone nell’arco di una vita ed è attivo nel 90% dei pazienti a cui è stato diagnosticato il glioblastoma multiforme (GBM), il tumore maligno più pericoloso che colpisce il cervello.

Gli studiosi al momento non sanno ancora se il virus giochi un ruolo nella crescita del tumore o se al contrario la sola presenza del tumore induca l’attivazione del virus, ma si è visto che il virus ha le potenzialità di influire sulla crescita e sulla “invasione” delle cellule tumorali. Così se si riesce a colpire in qualche modo il virus, il sitema immunitario dovrebbe poi riuscire a reagire al proliferare delle cellule tumorali, distruggendole.

Articoli correlati

Rispondi