Superbug più pericoloso dell’Aids

superbug batteri resistenti farmaciIl cosiddetto superbug, ovvero lo Staphylococcus aureus, resistente alla meticillina (MRSA, methicillin-resistant Staphylococcus aureus) sta facendo in America più morti dell’Aids (19000 a causa dell’MRSA contro i 17000 dell’Aids).

Le infezioni che causa questo batterio, resistente agli antibiotici come la meticillina, l’oxacillina, l’amoxicillina e altri farmaci basati sulla penicillina, generalmente sono confinate all’interno degli ospedali, ma ora sembra che si stia diffondendo anche in altri ambienti in cui c’è affluenza di persone: palestre, scuole, prigioni, etc.

Questo e altri batteri così forti possono proliferare sulla pelle delle persone e rimanere “assopiti” in attesa di entrare nel corpo e causare infezioni. Il problema è molto grave e per questo motivo si stanno studiando soluzioni (al momento limitatissime) a possibili scenari che si potrebbero verificare in futuro.

Articoli correlati

6 Risposte a “Superbug più pericoloso dell’Aids”

  1. AntoNino scrive:

    scusa se disturbo per una cosa che nn centra molto con il post ma la prima volta che hai scritto Staphylococcus aureus hai messo la “S” maiuscola e poi hai fatto giusto.

    Il mio prof per sta cosa toglierebbe un voto all’esame 🙂

  2. Pandemia 1918 scrive:

    Parliamo di Aids, come una causa di morte evitabile e non come una pandemia senza soluzione. Nessuno mai ha fotografato il virus: si tratta di una credenza, come molti credono ad un dio senza averlo mai potuto vedere. Solo che l’Aids è stato creato dall’uomo. Come ha ben evidenziato Peter Duesberg in “AIDS, il virus inventato”, ponderosa pietra miliare del dissenso in cui l’autore smonta punto per punto tutta la fragile impalcatura preordinata dall’establishment medico-politico. L’HIV non causa l’Aids, l’Aids non è una malattia contagiosa e non può essere trasmessa con i rapporti sessuali. E a proposito di preservativi: ebbene ogni preservativo presenta in media 32.000 pori ognuno delle dimensioni 700 volte più grandi della taglia di un virus tipo HIV. Quindi, al fine di arginare “l’estendersi della diffusione dell’HIV” i preservativi sono completamente inutili, oggi come 25 anni fa e se non c’è stata un’epidemia mondiale è perchè l’AIDS non è una malattia a trasmissione sessuale ma l’insieme di oltre 30 sindomi diverse, ognuna delle quali con proprie origini. E’ anche per questo che di Aids si muore meno che di altre patologie (sempre che le fonte che usiamo dicano questo e non il suo esatto contrario: si fa presto a dire Aids…).

  3. Marco scrive:

    MMM… stò seguendo proprio ora un corso di microbiologia clinica… è lo Staphylococcus aureus è proprio uno dei più resistente nell’ambiente ed alle avverse condizioni—- lotta dura. (scusa se rompo.. ma si scrive con la minuscola la specie)

  4. Federico scrive:

    Scusa il ritardo, ora dovrebbe essere ok.

    Grazie

  5. Contro i superbatteri acqua e sapone - BioBlog scrive:

    […] Stafilococco aures resistente alla meticilina, individuato per così dire nel 1960, se entra in circolo può portare alla morte proprio a causa […]

  6. Nuovo antibiotico contro i super batteri - BioBlog scrive:

    […] farmaco capace di distruggere anche i batteri più forti e resistenti conosciuti con l’acronimo MRSA, super-batteri resistenti agli antibiotici […]

Rispondi