Farmaci anti-convulsioni aiutano i pazienti con protesi al ginocchio

protesi totale al ginocchio

I farmaci anti-convulsioni, come il Pregabalin (utile contro attacchi epilettici e dolore neuropatico), presi prima e dopo l’intervento chirurgico di protesi al ginocchio, aiuterebbero a diminuire il dolore e promuoverebbero il ritorno alla piena mobilità dell’articolazione del paziente.

Lo studio ha valutato 60 pazienti, sottoposti a un intervento di protesi totale al ginocchio con anestesia epidurale, divisi poi in due gruppi. Al primo gruppo sono stati somministrati 300mg di Pregabalin (prodotto dalla Pfizer) due ore prima dell’intervento e 150mg due volte al giorno per 14 giorni dopo l’operazione. Ai pazienti del secondo gruppo è stato dato un placebo.

Nelle 32 ore successive all’intervento, i pazienti che hanno ricevuto il Pregabalin hanno riportato un livello di dolore minore rispetto all’altro gruppo e hanno ripreso a muovere il ginocchio molto più velocemente senza dover prendere altri antidolorifici.

Articoli correlati

Una risposta a “Farmaci anti-convulsioni aiutano i pazienti con protesi al ginocchio”

  1. sebastiano scrive:

    IO SONO OPERATO AL GINOCHIO EMI ANNO MESSO LA PROTESI AL GINOCHIO A 4 ANNI E GUANDO CAMMINO UNPO DI PIU DEL NORMALE MI FA MALE MANONCE GUALCHE CURA PER ALIEVIARE IL DOLORE

Rispondi