Vaso sanguigno artificiale dalle cellule della pelle

vaso sanguigno da cellule pelle

Usando le cellule della pelle dei pazienti, il gruppo di ricerca del Cytographt Tissue Engineering di Novato (California) è riuscito a far crescere in vitro un tessuto ingegnerizzato di un vaso sanguigno e poi trapiantato con successo nel paziente stesso come fistola artero-venosa per condurre la dialisi.

Usando le cellule autologhe del paziente non c’è possibilità di rigetto (autotrapianto) e soprattutto non ci sono materiali sintetici che richiederebbero degli anticoagulanti.
Il vaso sanguigno è stato realizzato usando fibroblasti e cellule endoteliali prelevate dal soggetto con una biopsia sulla superficie della pelle.

Nell’immagine sopra si distinguono tre parti: in a il tessuto ingegnerizzato prima dell’impianto, in b una tomografia angiografica che evidenzia il vaso dopo 3 mesi dall’operazione chirurgica e in c un eco-doppler del vaso dopo 12 mesi.

[via medgadget | maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi