Uva ursina contro la cistite batterica

uva ursina cistite battericaChi non ha mai sofferto di cistite nella sua vita? Malattia soprattutto femminile, dovuta al fatto che l’uretra nelle donne è molto più corta di quella maschile quindi più soggetta all’attacco di microbi esterni, esistono varie tipologie di questa che – contrariamente a quanto si creda – non è sempre un’infezione. Ci sono infatti: Equisetum hiemale 7 o 5 CH con presenza di urine abbondanti con dolore soprattutto alla fine della minzione, la Staphysagria 7 CH con dolori brucianti sentiti soprattutto nell’intervallo tra una minzione e l’altra, ma migliorano nettamente, o addirittura cessano, mentre si urina, Cantharis 7 CH: dolori violenti che si accentuano subito prima, durante e subito dopo la minzione, con urina generalmente scarsa. È possibile che sia presente sangue, anche abbondante. Mercurius corrosivus 7 CH: si usa in condizioni simili a quelle di Cantharis, ove però vi sia anche una intensa contrazione dolorosa al termine della minzione.

Ora per le cistiti batteriche un rimedio naturale è l’Uva Ursina, che grazie all’idrochinone, dotato di spiccata azione antibatterica, disinfetta e riporta la parte al suo ph naturale. Dal momento che la sostanza è più efficace se le urine sono basiche, è meglio assumerla con un bicchiere d’acqua con un cucchiaino di bacarbonato, il miglior alcalinizzante urinario.

Articoli correlati

Rispondi