Vaccino Cervarix contro il cancro alla cervice

cervarix vaccino tumore cervice uteroLa GlaxoSmithKline, conosciuta anche come GSK, ha diramato nella giornata di ieri un comunicato stampa che informa che l’EMEA (European Agency for the Evaluation of Medicinal Products) ha approvato per il suolo europeo la commercializzazione di Cervarix, un vaccino nato per prevenire il cervicocarcinoma, anche conosciuto come tumore alla cervice uterina, che vi avevo già preannunciato più di un anno fa.

Questo farmaco è indicato per le donne di età compresa tra i 10 e i 25 anni ed è utile per prevenire i tumori legati ai ceppi 16 e 18 del papilloma virus (i più frequenti). Il CEO di GSK ha dichiarato: «La decisione di approvare il vaccino di GSK per la prevenzione del tumore delle cervice uterina rappresenta una grande notizia per le donne europee e consentirà ai medici di disporre di uno strumento di prevenzione importante per aiutare le donne a proteggersi contro il cervicocarcinoma, il secondo tipo di tumore femminile più diffuso”».
L’importante azione di questo farmaco va considerata anche pensando che ogni anno ben 270.000 donne nel mondo muoiono a causa di questo tumore; inoltre, il 71.5% dei tumori alla cervice uterina sono causati proprio dal papilloma virus HPV 16 e 18.

Chiaramente, l’utilizzo di questo farmaco non resta limitato alla fascia d’età soprascritta, ma ha riscontrato importanti successi anche in donne che hanno raggiunto i 55 anni.

Articoli correlati

2 Risposte a “Vaccino Cervarix contro il cancro alla cervice”

  1. AntoNino scrive:

    Arriveremo mai ad avere un bel vacino polivalente anche per i tumori e altre schefezze?

  2. G. Paolo Vanoli scrive:

    Cervarix non è efficace nel trattamento delle infezioni da virus HPV
    Il vaccino per prevenire l’infezione dai sierotipi 16 e 18 del papillomavirus umano ( HPV ) ( Cervarix ) non è in grado di debellare l’infezione se è già preesistente.
    .
    Questa scoperta è stata fatta in uno studio effettuato su quasi 2.200 donne di età compresa tra 18 e 25 anni, 1.088 trattate con 3 dosi di Cervarix e 1.101 con un vaccino per l’epatite A come controllo.
    L’obiettivo che si poneva lo studio era quello di verificare se i pazienti che erano già stati esposti al virus HPV potessero trarre beneficio dalla vaccinazione.
    Dallo studio non è emersa alcuna evidenza di aumentata clearance virale a 6 e 12 mesi tra le donne trattate con Cervarix e quelle che hanno ricevuto il vaccino di controllo.
    La percentuale di clearance per le infezioni causate dai sierotipi 16 e 18 di HPV è stata del 33,4% nel gruppo vaccino contro HPV e 31,6% nel gruppo vaccino contro l’epatite.
    La maggior parte delle infezioni da papillomavirus umano si risolvono spontaneamente nell’arco di 6 mesi – 2 anni.
    In assenza di effetto terapeutico, Cervarix non è indicato nel trattamento delle infezioni da papillomavirus.
    Fonte: Journal of American Medical Association, 2007

    Tratto da: XagenaHeadlines2007

    Vedi anche DANNI dei VACCINI in http://www.mednat.org

Rispondi