Cellule staminali del topo

topo caviaÈ stato scoperto, da un team di scienziati inglesi, il collegamento mancante tra le cellule staminali umane e quelle dei roditori.

Le nuove cellule sono state individuate nello strato cellulare più interno (epiblasto) di un embrione di roditore vecchio di una settimana.
La cosa che rende sensazionale la scoperta è che il comportamento e l’evolutività di queste cellule staminali che appaiono in tutto e per tutto simili a quelle provenienti dagli esseri umani.
Come tutti potrete ben immaginare, agli studiosi del settore si apre un nuovo mondo per lo studio di patologie gravi attraverso l’impiego di queste cellule.

In breve, le cellule staminali embrionali sono particolari cellule non specializzate, in grado di generare tutti i tessuti del nostro corpo attraverso un processo chiamato “differenziazione” che le porta a diventare cellule specializzate per una particolare funzione.
Da totipotenti, in grado cioè di sviluppare un intero organismo e persino tessuti extra-embrionali, diventano pluripotenti, in grado di specializzarsi in tutti i tipi di cellule che troviamo in un individuo adulto ma non in cellule che compongono i tessuti extra-embrionali, poi multipotenti, in grado di specializzarsi unicamente in alcuni tipi di cellule, e infine unipotenti, in grado di generare solamente un tipo di cellula specializzata.

Articoli correlati

3 Risposte a “Cellule staminali del topo”

  1. Laura scrive:

    insomma addio ai problemi etici che tanto hanno disturbato la ricerca a mio avviso….

  2. Lucas scrive:

    deve fare un po’ senso l’idea di avere cellule di topo nel proprio corpo…

  3. Staminali totipotenti anche dai testicoli umani - BioBlog scrive:

    […] dell’università Georg-August a Goettingen aveva per la prima volta isolato dai testicoli di topi adulti cellule totipotenti con le stesse potenzialità di quelle dell’embrione. Battezzate “staminali multipotenti […]

Rispondi