Archivio di luglio 2007

Il gatto che si crede l’uccello del malaugurio

venerdì 27 luglio 2007 di Federico Illesi

oscar gatto angelo della morte

Oscar, questo è il nome del simpatico gatto nella foto, è diventato famoso per un articolo pubblicato da medici e scienziati sul New England Journal of Medicine.
In particolare, come affermato dal dottor David Dosa, Oscar sarebbe in grado di percepire quando un paziente della Steere House Nursing and Rehabilitation Center in Providence sta per abbandonare questo mondo con circa 10 ore di anticipo, balzandogli quindi sul letto.
Il gatto in circa due anni ha predetto la morte di circa 25 paziente commettendo pochissimi errori. Tutto ciò potrebbe essere frutto di una specie di addestramento involontario a cui il gatto è stato sottoposto nei giorni di permanenza nel centro ospedaliero. Infatti, una spiegazione abbastanza plausibile, potrebbe essere che il gatto sia in grado di percepire odori emessi dagli ospiti del centro dovuti a cambiamenti e o alterazioni chimico-fisiche dei tessuti quando ormai il destino ha posto la sua firma.

Ovviamente risposte certe al momento non ce sono, però si spera che la ricerca chiarisca presto questo comportamento (lungi da me dal chiamarlo fenomeno paranormale) al momento mai osservato o apprezzato dalla comunità scientifica. Uno studio approfondito potrà portare all’addestramento di altri felini o magari alla creazione di sensori biometrici per avvertire i familiari del decesso imminente in modo da essere vicini al proprio caro in un momento così particolare e difficile che la vita rende necessario.



Tag:

Caricare la sedia a rotelle in auto

giovedì 26 luglio 2007 di Federico Illesi

sedia a rotelle automobile

Da AutoAdapt arriva un nuovo sistema chiamato Roof Spider che potrebbe tornare molto comodo e pratico a tutte quelle persone costrette sulla carrozzina e che guidano normalmente l’automobile.

Una volta che la persona è riuscita a sedersi nella macchina, azionando un semplice pulsante, un meccanismo completamente automatizzato caricherà la sedia a rotelle (con un peso massimo di 25kg) nel box portaoggetti sopra il tettuccio, senza -ovviamente- strisciare la carrozzeria dell’auto stessa.
Il sistema è molto semplice e richiede l’alimentazione di 12V e consuma sotto sforzo una corrente massima di 12A.

Per capire come questa apparecchiatura funziona vi consiglio di guardare questa immagine.



Tag:

Ragazze, proteggetevi!

domenica 22 luglio 2007 di Federico Illesi

Girls, protect yourself. Demand your partner to wear a condom.
Ragazze, proteggetevi. Chiedete al vostro partner di indossare il profilattico.

Sopra le ultime immagine di uno spot abbastanza forte, come ne avevamo già visti in passato, che ha il preciso intento di sensibilizzare le donne sull’uso del profilattico.
Infatti anche se i normali anticoncezionali in pillole evitano gravidanze indesiderate, non proteggono in alcun modo dalle malattie sessualmente trasmissibili come l’aids.

Advertising Agency: Ogilvy, Portugal
Creative Director / Copywriter: Edson Athayde
Art Director: Maria Amorim

[via adsoftheworld]



Tag: , , , ,

Mano robotica

giovedì 19 luglio 2007 di Federico Illesi

Sotto un video molto interessante in cui viene mostrata una mano robotica in grado di muoversi proprio come una vera.

[via medgadget]



Tag: ,

Immagini mediche nell’iPhone

martedì 17 luglio 2007 di Federico Illesi

iphone immagini mediche mr

L’ondata di successo dell’iPhone non si arresta e così molte società si affrettamo a inserire tra le loro offerte applicazioni compatibili con questo nuovo strumento di lavoro e non solo.
Oggi è la volta della Heart Imaging Technologies con WebPACS (picture archiving communications and storage), una soluzione per rendere disponibili, ad esempio ai colleghi, immagini mediche cliccando semplicemente un link.
Questo strumento è molto importante in ambienti medici per diffondere facilmente informazioni riguardati casi atipici e cercare magari soluzioni già intraprese con successo.

Su HeartIT.com sono già presenti molte immagini, provenienti da risonanze magnetiche, che vi consiglio di non perdere.

[via heartit]



Tag: ,

Sì al primo test molecolare per il cancro al seno

martedì 17 luglio 2007 di Federico Illesi

GeneSearch BLN Assay test metastasi cancroLa FDA americana ha da poco approvato il primo test molecolare da laboratorio della Veridex per verificare la presenza di metastasi nel caso di cancro al seno ai linfonodi vicini.
Il test, realizzato dalla GeneSearch BLN Assay, rileva la presenza nei linfonodi di alcune molecole che abbondano in caso di tumore e che -al contrario- scarseggiano nel tessuto sano.

Conoscere la presenza o dell’assenza di cellule cancerogene nei linfonodi i cosiddetti nodi sentinella- per la funzione che esplicano, è fondamentale per lo studio di una terapia il più possibile mirata e calibrata per il tipo di tumore diagnosticato.

Nella normale pratica, durante gli interventi per rimuovere un cancro al seno vengono prelevati i nodi sentinella e inviati al laboratorio di analisi per evidenziare eventuali metastasi, perdendo così circa un paio di giorni in attesa della risposta. Con questo nuovo test molecolare il chirurgo avrà in mano il risultato mentre il paziente è ancora sotto i ferri, in modo da sapersi regolare sul tessuto da rimuovere senza dover reintervenire in un secondo momento.

Secondo le prove effettuate, il test ha una precisione dell’88% nei pazienti con metastasi, mentre sale al 94% per le persone senza metastasi.

[via fda | veridex]



Tag: , , , ,

Effetti indesiderati di Alli

lunedì 16 luglio 2007 di Federico Illesi

farmaco obesità alliTempo fa vi avevo parlato di Alli, un nuovo farmaco della GlaxoSmithKline pensato appositamente per perdere peso, da usare in combinazione a una dieta sana ed equilibrati.
Oggi la Msnbc dà notizia di alcuni effetti indesiderati a dir poco imbarazzanti, che colpirebbero soprattutto le persone che non rispettano alla lettera le indicazioni, mangiando quindi cibi pochi salubri e ricchi di grassi.

Il farmaco Alli blocca l’assunzione corporea di circa il 25% dei grassi ingeriti, e fin qui tutto bene. Il problema riscontrato da alcuni pazienti però sarebbe, detto molto semplicemente, che questi grassi “bloccati” vengono espulsi -in alcuni casi- quando meno ce lo si aspetti. Tra le testimonianze raccolte ne pubblico una molto significativa quanto disgustosa: «[…] appena giunta in bagno mi sono accorta che avevo una sostanza grassa color arancione che mi colava lungo la gamba […]». Il brutto è che questo fenomeno così imbarazzante si può verificare per l’appunto in qualunque momento della giornata con un preavviso minimo.


[Continua a leggere »]



Tag: , ,

Il pompelmo provoca il cancro

lunedì 16 luglio 2007 di Federico Illesi

pompelmo cancroSecondo uno studio inglese mangiare pompelmi aumenta le probabilità di avere il cancro del 30%.

La ricerca condotta su oltre 46 000 donne in menopausa ha evidenziato il collegamento tra il mangiare anche solo un quarto di pompelmo al giorno e il cancro. Questo frutto infatti va ad aumentare il livello di estrogeni nel sangue, la cui presenza in quantità significative nelle donne in menopausa è associata al tumore.
Ovviamente tutto ciò merita ulteriori esami per accertare se effettivamente la tesi degli studiosi inglesi corrisponde al vero. In caso affermativo si tratterebbe del primo frutto normalmente consumato in tutto il mondo considerato pericoloso per salute umana.

[via independent]



Tag: , ,

Chip nella retina per tornare a vedere

venerdì 13 luglio 2007 di Federico Illesi

impianto retina chipNegli States è stato impianto un chip con 1540 sensori (pixel) nella retina di 7 volontari completamenti ciechi a causa di una malattia chiamata Retinite Pigmentosa (malattia ereditaria della retina che porta alla cecità), facendoli tornare a vedere.
Le immagini vengono collezionate da una telecamera esterna e successivamente eleaborate per poter essere inviate al chip.
I 1540 fotodiodi contenuti nel chip impiantato nella retina riescono a dare un’immagine di massima visto e considerato che normalmente nei nostri occhi sono presenti 120 milioni di sensori naturali (coni) che inviano le informazioni alla corteccia visiva tramite il nervo ottico.

I sette volontari hanno dichiarato di essere in grado di distinguere le cose chiare da quelle scure ad esempio un piatto su un tavolo scuro. Le immagini sono di qualità inferiore proprio a causa del numero ridotto di fotodiodi presenti i quali produrrebbero una visione dei colori bianco, grigio e giallo. Il passo successivo, a cui si sta già pensando, sarà quello di progettare un dispositivo capace di stimolare un numero maggiore di cellule nervose in modo da ricostruire un’immagine più accurata.

[Continua a leggere »]



Tag: , ,

Uomo a metà

giovedì 12 luglio 2007 di Federico Illesi

uomo diviso in due

Il signor Peng Shulin, nell’ormai lontano 1995, ha avuto un bruttissimo incidente in cui il suo corpo è rimasto letteralmente diviso in due parti.
La sua attuale altezza -se così si può definire- è di 78cm e grazie alla riabilitazione ora è in grado di eseguire un buon numero di operazioni, che ai normodotati possono sembrare banali.
Ora, grazie a delle protesi costruite ad hoc nel centro di riabilitazione di Beijing, è tornato anche a camminare.

[Continua a leggere »]



Tag: