Nanofibre per la cura di patologie spinali

Nanofibre midollo spinaleCavie da laboratorio, paralizzate a causa di gravi danni alla colonna vertebrale, sono tornate a camminare dopo una iniezione di nanofibre.
Il professor Samuel Stupp della Northwestern University ha presentato questa scoperta al congresso sulle nanotecnologie tenutosi a Washington proprio in questi giorni.

La soluzione è composta da molecole create appositamente per autoassemblarsi in nanostrutture nel tessuto spinale -una volta iniettate- in modo da fornire la base su cui i neuroni possono rigenerare il tessuto danneggiato.

In futuro questa tecnologia così avanzata, basata su strutture dell’ordine dei nanometri, potrà essere utilizzata per il trattamento di patologie degenerative come Parkinson, Alzheimer e danni provocati da incidenti.

[via cbc]

Articoli correlati

Rispondi