Che fine ha fatto l’aviaria?

influenza aviariaSe qualcuno di voi pensa che il virus dell’aviaria sia stato sconfitto o che comunque non sia più pericoloso si sta sbagliando di grosso. All’inizio dell’emergenza le notizie inutilmente allarmanti occupavano le prime pagine di tutti i giornali tanto che il consumo di pollame si era quasi azzerato.

Le cose ora non sono cambiate, basta dare una letta ai principali quotidiani di ieri:

  1. Kuwait, scoperti 5 nuovi casi per un totale di 57 casi
  2. Indonesia, muore la sessantaquattresima persona
  3. Yangon, nuovo caso di H5N1
  4. Influenza aviaria diagnosticata in Egitto su volatili vaccinati
  5. Egitto, muore bambino di 4 anni è la ventiquattresima vittima
  6. Birmania, confermata la diffusione dell’influenza aviaria
  7. Nuovi casi sospetti in Korea, Guangdong e Vietnam
  8. Laos, secondo uomo morto per influenza aviaria
  9. Altra morte sospetta in Giappone
  10. Attestata la presenza del virus nelle carni ungheresi

Non voglio fare degli inutili allarmismi, ma tra il parlarne troppo e il non parlarne affatto credo che la strada giusta sia di mantenere un’informazione corretta e costante giusto per non abbassare la guardia. Questo perché le case farmaceutiche stanno continuando a studiare nuovi vaccini, ma la totale estinzione del virus è ancora lontana.

Articoli correlati

2 Risposte a “Che fine ha fatto l’aviaria?”

  1. Primo vaccino contro l’H5N1 approvato - BioBlog scrive:

    […] sono state infettate dal virus e più della metà sono morte. Dati veramente allarmanti e che -come dicevo qualche giorno fa- non devono fare abbassare la guardia. Condividi questa […]

  2. Approvato primo vaccino contro l’H5N1 - BioBlog scrive:

    […] sono state infettate dal virus e più della metà sono morte. Dati veramente allarmanti e che -come dicevo qualche giorno fa- non devono fare abbassare la guardia. Condividi questa […]

Rispondi