La pelle: zoo per 182 specie di batteri

escherichia coli batterio

Alcuni ricercatori statunitensi hanno osservato la pelle, l’organo più esteso del nostro corpo, e l’hanno definita come uno “zoo di batteri”.
Frederick King (professore di microbiologia all’Università di Medicina di New York), uno degli autori della ricerca, ha analizzato i batteri, microrganismi unicellulari procarioti di dimensioni dell’ordine di pochi micrometri, presenti sulla pelle di sei persone, scoprendo che quasi l’8% dei batteri appartiene a specie ancora sconosciute e i restanti delle circa 182 specie individuate possono essere raggruppati in tre gruppi principali: actinobacteria, firmicutes e proteobacteria.

grafico batteri

[Sopra, principali ceppi batterici presenti sulla pelle di sei soggetti]

Il numero e i tipi di batteri presenti è influenzato da fattori esterni quali il clima, la dieta, l’igiene personale e lo stato di salute. Infatti, contrariamente da quello che si potrebbe pensare, gli individui in buona salute hanno dei batteri non pericolosi senza i quali, come affermato dal dottor Zhan Gao, il nostro corpo non potrebbe sopravvivere.
Con questa idea la ricerca che verrà affrontata nei prossimi mesi sarà volta a capire quali e quanti batteri sono presenti in soggetti sani e in soggetti con alcune patologie come la psoriasi e l’eczema per mettere a punto sistemi diagnostici e cure efficaci.

[via sawf | wiki]

Articoli correlati

Rispondi