Trapianto di cellule pancreatiche

Cellule pancreatichePer i pazienti affetti da forme gravi di diabete è stata messa a punto una nuova tecnica che prevede il trapianto di cellule pancreatiche da un donatore, utili per la produzione di insulina. Sicuramente non può guarire in modo definitivo, ma è un effettivo passo in avanti.

Un primo studio è stato eseguito su 36 pazienti: 16 non hanno avuto più bisogno delle iniezioni quotidiane per un anno, 10 hanno avuto un controllo migliore della glicemia, mentre gli ultimi 10 non hanno avuto alcun beneficio.
Al momento, come tengono a sottolineare i ricercatori, si tratta ancora di una sperimentazione e per diventare una cura aperta a tutti si dovranno superare due ostacoli: il primo è la breve vita delle nuove cellule trapiantate (1 o 2 anni al massimo), e il secondo sono gli effetti indesiderati occorsi nei test come infezioni, polmonite e problemi renali.

La regolazione dell’insulina è un problema molto sentito soprattutto in America, dove circa 2 milioni di persone hanno il diabete di tipo 1 e quasi 20 milioni soffrono di diabete di tipo 2, dati che dovrebbero far riflettere.

[via Bloomberg]

Rispondi