Chirurgia cerebrale contro il Parkinson

ParkinsonUno studio americano ha indicato che la nuova strada da seguire contro il Parkinson è la chirurgia cerebrale con una stimolazione profonda del cervello (DBS, Deep Brain Stimulation). Infatti, i medicinali impiegati controllano i sintomi di questa malattia degenerativa ma producono degli effetti indesiderati come i movimenti incontrollabili del corpo.

Il DBS è un neurostimolatore a pile inserito chirurgicamente nel cervello in grado di bloccare i segnali nervosi anomali che causano i tremori ed ha come scopo principale quello di migliorare la qualità della vita sia ai pazienti che alle loro famiglie.

Lo studio è stato eseguito su 156 pazienti sotto i 75 anni d’età affetti da Parkinson e metà di loro hanno assunto i farmaci e agli altri è stato impiantato il DBS.
I risultati di questo primo studio sono stati che le persone sottoposte ad intervento chirurgico hanno una mobilità ed un benessere maggiore rispetto ai pazienti che hanno ricevuto le cure standard.

[via abcNews]

Articoli correlati

Rispondi