Risonanza magnetica con elio

risonanza magnetica polmoni con elioUn gruppo di scienziati ha scoperto un nuovo metodo per rilevare l’entità dei danni ai polmoni prodotti dal fumo.
Aiutati da una potente tecnica a immagini, i ricercatori americani sono stati in grado di esplorare nel profondo i polmoni, tracciando il movimento dell’elio insufflato attraverso gli organi del sistema respiratorio.

L’elio è infatti un gas inerte e può essere inalato e “seguito” attraverso una risonanza magnetica ad immagini (MRI, magnetic resonance imaging). Le tradizionali risonanze magnetiche utilizzano il differente apporto d’acqua nei tessuti, mentre con l’elio si ottengono dei dati molto più precisi e dettagliati dei polmoni. Questo approccio permette di osservare la micro-struttura del tessuto con una scala inferiore al millimetro.

Inoltre, confrontando i risultati ottenuti dai fumatori con persone che non hanno il medesimo vizio, si è visto che nel primo caso il movimento dell’elio è maggiore: da qui si è evinto che, grazie a questa analisi, è possibile indicare un livello di danneggiamento dei tessuti causato dal fumo.

risonanza magnetica

[via Irish Health]

Articoli correlati

Rispondi