Evista: farmaco contro il tumore al seno

tumore al senoIl farmaco contro l’osteoporosi, noto come Evista o con il nome generico Raloxifene, è stato dichiarato funzionale per ridurre il rischio di tumori al seno nelle donne ad alto rischio (classicamente le signore in età avanzata), tanto quanto il Tamoxifen.

Questi due farmaci sono stati comparati in uno studio che ha coinvolto circa 20.000 donne che avevano già passato il periodo della menopausa e che avevano un background genealogico a rischio per quanto riguarda malattie annesse al cancro.

Il test è stato svolto per quattro anni: alle donne, divise tra Stati Uniti, Canada e Porto Rico, è stato somministrato uno dei due farmaci senza sapere quale (neanche il loro medico curante ne era al corrente).

I risultati sono stati eclatanti: solo una donna ogni 58 ha riscontrato l’insorgere della malattia, contro il doppio dei casi tra coloro che non hanno fatto uso di questi farmaci preventivi.

Ma tra le donne che hanno preso l’Evista, o il loro equivalente generico, è stata riscontrata anche una diminuzione della percentuale di insorgenza del cancro all’utero: 65 casi, contro gli 87 tra coloro a cui era somministrato il Tamoxifen.

Funzionamento: entrambi i farmaci neutralizzano l’estrogeno femminile, che alcuni cancri al seno richiedono per continuare a crescere. Attenzione però che, anche se le forme invasive della malattia vengono fermate, quelle non invasive, come la ductal carcinoma in situ (DCIS) o la lobular carcinoma in situ (LCIS), non risentono degli effetti sia dell’Evista che del Tamoxifen.

[via smh.com.au]

Articoli correlati

Rispondi