Diabete

Esistono due forme principali di diabete:

  • Diabete di tipo 1 (insulino-dipendente): è quello in cui il pancreas non produce l’insulina essenziale per la sopravvivenza. Questa forma si sviluppa più facilmente nei bambini e negli adolescenti, anche se la sua prevalenza è in aumento in persone di età più avanzata. Sono stati identificati alcuni geni coinvolti nell’insorgenza della malattia e una serie di marcatori genetici utilizzabili per la diagnosi.
  • Diabete di tipo 2 (non insulino dipendente): è determinato dall’incapacità del corpo di rispondere in modo adeguato all’azione dell’insulina prodotta dal pancreas. Il diabete di tipo 2 è molto più frequente e rappresenta circa il 90 per cento dei casi in tutto il mondo. Normalmente si manifesta negli adulti, ma negli ultimi anni si è notato un aumento della prevalenza anche negli adolescenti. La natura ereditaria del diabete di tipo 2 è nota da tempo, anche se solo recentemente sono stati individuati alcuni geni consistentemente associati al rischio di malattia.

Queste patologie possono produrre danni ad alcuni organi come ad esempio i reni. Si è calcolato che solo negli Stati Uniti entro il 2010 i costi della terapia per l’insufficienza renale terminale toccheranno i 29 miliardi di dollari. L’unica strada da percorrere è quella della prevenzione educando e sensibilizzando le persone ad una vita sana.

4 Risposte a “Diabete”

  1. Monitoraggio del glucosio non invasivo - BioBlog scrive:

    […] (laureatosi a Roma), hanno scoperto un metodo senza ago -quindi non invasivo- per monitorare il diabete di tipo 1 nei […]

  2. Acidi grassi omega 3 riducono il diabete di tipo 1 - BioBlog scrive:

    […] studio ha rivelato che l’assunzione degli omega 3 riduce del 55% il rischio di sviluppare il diabete di tipo 1, facendo pensare che la malattia sia dovuta in parte alla predisposizione genetica e in parte ai […]

  3. Technosphere, inalatore per insulina - BioBlog scrive:

    […] Malgrado il flop riportato da Exubera della Pfizer, il primo inalatore spray per insulina, la MannKind Corporation ha prodotto un nuovo inalatore chiamato Technosphere Insulin, attualmente in fase III di studio (inizio dicembre 2004 – fine ottobre 2008), per il trattamento del diabete di tipo 2. […]

  4. Insulina in scatola - BioBlog scrive:

    […] speranze per i malati di diabete di tipo 1 arrivano dal congresso European Association for the Study of Diabetes (EASD) 2008: si tratta di […]

Rispondi